La concretezza è indispensabile per dare possibilità alle proprie idee, ai progetti. Anche alle soluzioni visionarie. In realtà c’è tanto da aggiungere, non possiamo semplificare il tutto.

La differenza tra un sogno e un obiettivo è una data. La citazione di Walt Disney è nota a tutti, e racconta una grande verità. Puoi trasformare le tue idee in realtà, ma devi dare concretezza al lavoro. Devi individuare un momento da dedicare alla pubblicazione, devi decidere il momento giusto.

Lo vedo ogni giorno nel mio settore. Parlo colte persone che vogliono seguire un sogno. Perché con il network è la formazione sperano di ottenere il risultato tanto atteso: trovare clienti, guadagnare online, trasformare una passione in lavoro. In fonte economica. Però aspettano, trovano mille scuse.

Mille scuse per non portare il proprio nome online. Per non mettersi in discussione. Per non dover affrontare l’ipotesi del fallimento. Meglio non provarci proprio. Quindi, la differenza tra un sogno e un obiettivo è una data. Ma solo questo? Sul serio basta dare un riferimento temporale ai progetti?

Inizia con il buon senso

Immagino la tua opinione: non puoi parlare di buon senso quando vuoi raggiungere un sogno”. Sono d’accordo, è un ossimoro. Una figura senza senso che porta all’inganno. Però nel mondo reale devi, per ovvi motivi, affrontare i passaggi con un approccio pratico. Non voglio mettere da parte gli obiettivi.

Voglio suddividerli in passaggi fattibili. Il mio sogno: voglio diventare il networker più conosciuto d’Italia ed essere ospitato al Maurizio Costanzo Show per parlare della mia professione.

Mi presenterò con infradito e bermuda per sottolineare il mio status di networker sempre in vacanza.

Ora, sembra fattibile tutto questo? No, questa può essere una conseguenza inaspettata. Può essere il passo ultimo di una carriera sfavillante. La differenza tra un sogno e un obiettivo si trova (anche ) nella tua capacità di guardare verso passi semplici, non utopici. Poi i grandi risultati possono arrivare.

Ma occupati dei punti intermedi. Mettici tutto il tuo io, crea connessioni, punta sulle relazioni. E lavora sulla costanza, che fa la differenza quando vuoi creare qualcosa di speciale.

Lavora ogni santo giorno

Questa è l’essenza, questo è il punto che voglio evidenziare con forza. Mi chiedi qual è la differenza tra un sogno e un obiettivo?

Il primo lo coltivo sul cuscino del letto, mentre dormi e perdi tempo.

Il secondo lo metti in pratica ogni giorno. Senza scuse, senza tirare in ballo impegni, stanchezza, malori vari.

Non ci sono alternative. Hai un sogno? Realizzalo!

In che modo? O sei nato con la camicia e becchi il colpo di fortuna (che devi essere bravo a riconoscere) o lavori sodo, ogni giorno, ogni ora.

È il mio sogno che si concretizza, ogni giorno faccio un passo avanti per raggiungere il mio sogno. Ma lo faccio puntando sulla continuità. Fisso date ogni giorno e lo faccio stringendo i denti. Combattendo contro la stanchezza e contro quella voce che mi vuole sempre stanco, fermo, mediocre, immobile.

Non dimenticare il rischio

Che bello inseguire sogni senza rischiare, con le spalle assicurate. Ma non funziona così: se vuoi volare alto devi essere disposto a rischiare. La storia di Dedalo e Icaro la conosci bene: non devi esagerare se non vuoi bruciarti e cadere rovinosamente. Ma come suggerisce anche Seth Godin, anche chi vola basso sbaglia:

Oltre a dire a Icaro di non volare troppo in alto, Dedalo lo aveva anche avvertito di non andare troppo vicino al mare perché l’umidità avrebbe appesantito le ali.

Il giusto equilibrio non lo conosce nessuno. Per questo è così difficile realizzare i sogni. Però un punto è chiaro: ogni sogno ha la sua dose di rischio.

Vuoi diventare….?

DEVI FARE!!!!

La differenza tra un sogno e un obiettivo

Qual è, secondo te, la differenza tra un sogno e un obiettivo? La vera differenza, dico. Qual è la strada da seguire, qual è la soluzione che ti ha permesso di concretizzare i tuoi progetti? Io la vedo in questo modo: va bene la data, utili i paletti temporali. Ma ci vogliono anche altre qualità.

Ci vuole la capacità di cambiare strada, e il buon senso di chi sa fallire senza mollare la presa. La differenza tra un sogno e un obiettivo è nella tua forza di volontà, nella costanza con la quale batti sullo stesso chiodo ogni giorno. Questa è la mia idea, ora aspetto la tua nei commenti.

Sending
User Review
5 (1 vote)
Psicologia del coraggio
Il Network Marketing in Italia. Ok facciamo chiarezza

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.